Visto per la Russia da soli. La procedura fai da te [per veri duri]

vistorussiaVado in Russia per la seconda volta, e per la seconda volta mi sono dovuta scontrare con i deliri burocratici del visto russo per i cittadini italiani. Due anni fa, per mancanza di tempo, mi ero rivolta a un’agenzia, dopo averle provate tutte; quest’anno invece sono riuscita a fare tutta la procedura da sola. E’ stata dura, soprattutto perché internet pullula di informazioni generali ma mai precise, e l’idea di sbagliare qualcosa e vedermi il visto respinto, beh, insomma… non era proprio il top del sogno.

Alla fine, comunque, l’antico vaso è stato portato in salvo.

Nel primo post ho parlato di come fare il visto turistico ma soprattutto quello privato, sia fai da te sia con un’agenzia.

In questo post vediamo come fare qualsiasi tipologia di visto (turistico, studio, privato, business.. la procedura è identica) completamente da soli: sembra incredibile, ma si può fare 🙂
Buona lettura!

Documenti necessari

1. Una lettera d’invito di un hotel/organizzazione/agenzia russa, in originale

2. Questo modulo consolare compilato online con tutti i dati riportati nella lettera d’invito

3. Un’assicurazione sanitaria fino a 30.000€ valida su tutto il territorio russo

4. Una fototessera da passaporto, 3.5×4.5cm

5. Il passaporto con almeno 6 mesi di validità residua

> Quando avete tutto, fissate un appuntamento online in uno dei Centri Visti di Milano, Verona, Genova, Roma o Palermo.

>> Dopo aver consegnato tutto, con la procedura standard (€35 diritti consolari) il visto vi verrà rilasciato dopo 10 giorni di calendario. Non serve un appuntamento per ritirare il passaporto, andate lì tra le 14 e le 17 del giorno di consegna. Con me sono stati puntualissimi anche in alta stagione (sotto Natale). Se invece volete averlo in meno tempo, potete chiedere la procedura accelerata (€70 diritti consolari) e avrete il visto in massimo 3 giorni di calendario.

Come fare il visto per la Russia, nel concreto

1a. Avere una conferma di prenotazione è la parte più difficile. Per avere la conferma di prenotazione o un invito dell’hotel bisogna rivolgersi agli ostelli o hotel registrati (e non sempre sono i più economici), e non è detto che ve la facciano avere gratuitamente. Per stare tranquilli, dovete muovervi con questa procedura almeno 2 mesi prima della vostra partenza: alcuni vi permettono di stampare una lettera d’invito originale in pdf, altri ve la inviano via posta; ma le poste russe non sono molto affidabili e potreste dover aspettare qualche settimana per l’arrivo della lettera.

1b. La seconda alternativa, rapida ed economica, è rivolgersi direttamente ad un’agenzia ufficiale russa che vi rilasci il visa support, un invito da stampare direttamente già timbrato in originale dal loro sito: è una procedura che richiede 5 minuti e costa circa 15€. Fate una ricerca su google per “visa invitation russia”, “visa support russia” etc. Dovete dichiarare di soggiornare presso uno degli hotel/alberghi ufficiali di tutte le città che visitate, selezionando il loro nome da una lista: è improbabile che al controllo passaporti vi chiedano di vedere le conferme degli hotel, quindi di fatto potete dichiarare ‘il falso’ a vostro rischio. In ogni caso nel modulo mettete solo nomi di hotel registrati e non di altri. Se avete bisogno di consigli su quali siti di visa support o ostelli/hotel registrati scegliere, scrivetemi in privato tramite questo form. Ne ho provati un po’ e vi consiglio volentieri, ma non faccio loro pubblicità gratuita in questo post.

2. Il modulo consolare è abbastanza semplice da compilare, ma è anche facile fare errori. Tutto deve essere esattamente identico a ciò che sta scritto sulla lettera d’invito: se come scopo della visita c’è scritto tourism, mettete tourism in ogni parametro a scelta e nient’altro. Io, ad esempio, avevo messo study e poi courses e me l’hanno fatto ricompilare perché sulla lettera d’invito c’era scritto solo study. Stampatelo e portatelo al centro visti. Se ci sono degli errori, al momento della consegna, ve lo ricompileranno loro da zero per 10€ oppure dovrete ricompilarlo voi al momento dal cellulare e inviarlo in pdf alla loro mail (come ho fatto io).

3. L’assicurazione sanitaria è l’altra nota dolente. In sè è facile essere assicurati per 30.000€: le assicurazioni più famose (AIG, Columbus etc.) a volte propongono addirittura spese mediche illimitate! Il problema è che se stipulate un’assicurazione generica qualsiasi (valida anche per tutta la Russia, non solo la Russia Europea: guardate le condizioni!) dovrete poi dimostrare che l’assicurazione è ri-assicurata anche in Russia. In sostanza, dovete contattare la vostra assicurazione e chiedere di fornire un documento firmato dall’assicuratore in originale (!) in cui lo garantiscano. La cosa più semplice da fare è, se andate nei consolati di Roma e Milano (solo in questi, però!), stipulare proprio al momento della consegna dei documenti un’assicurazione minima convenzionata con il centro visti (si chiama Lexgarant). E’ facile e veloce. Il prezzo è alto per quello che offre (tra 1 e 2€ al giorno, a seconda di quanti giorni state), ma se non vi interessa avere altre coperture oltre a quella sanitaria è sicuramente la scelta più pratica e, nel complesso, anche tra le più economiche. Per tutto ciò che deve contenere la polizza assicurativa basta consultare il sito di VHS Italy, il centro visti.

> A questo punto, fissate l’appuntamento al Centro Visti tramite il loro sito e presentatevi di persona a consegnare i documenti: se c’è qualcosa di sbagliato i centri visti di Milano e Roma vi offrono varie possibilità di rimediare senza prendere un altro appuntamento (fototessera a 8€; compilazione modulo consolare a 10€; assicurazione sanitaria per 1-2€ al giorno). Gli altri centri purtroppo offrono servizi molto più limitati (ad es. niente assicurazione sanitaria).

Costo del visto fai da te per la Russia

20 euro di lettera d’invito/visa support +
20 euro di assicurazione sanitaria (per ca. 10 giorni, se si sta più a lungo il costo sale) +
35 euro di tasse consolari +
30 euro di servizio visti +
5 euro di fototessera =
110€ in totale circa

Ma se ho poco tempo?

Se avete poco tempo per gestire la questione purtroppo l’unica soluzione è rivolgersi a un’agenzia: per approfondire, date un occhio al primo post che ho scritto sul visto russo! Anche chiedendo la procedura accelerata (70€ di diritti consolari invece che 35) comunque non riuscireste a ridurre i tempi di invio della lettera d’invito, che non dipendono da voi.

Rivolgendovi a un’agenzia i tempi possono allungarsi se l’agenzia non riesce a svolgere la pratica velocemente, ma comunque terranno conto della vostra partenza imminente e in ogni caso risparmierete il tempo perso a cercare e ad aspettare la lettera d’invito!

Quindi cosa conviene?

Qui sta a voi e soprattutto a quanto tempo potete e volete dedicare al vostro visto: alcune agenzie propongono prezzi esorbitanti, altre solo una piccola maggiorazione. Se abitate vicino a Milano o a Roma fare il visto e l’assicurazione da soli in consolato è semplice e veloce; altrimenti si aggiungono altre complicazioni (ad es. l’assicurazione fatta in autonomia). Il mio consiglio è di contattare varie agenzie di varie città: chiedete preventivi e contrattate un po’ sul prezzo. Chissà, magari riuscirete a trovare un buon affare e vi risparmierete tutta la trafila 🙂

Buona fortuna e soprattutto buon viaggio in Russia!
Eleonora

Forse ti può interessare anche...

7 thoughts on “Visto per la Russia da soli. La procedura fai da te [per veri duri]

  1. Ciao Laura, no, l’invito basta solo da una struttura, non preoccuparti 🙂 nel modulo scrivi però che andrai anche a Mosca.
    Buon viaggio! 🙂
    Ele

  2. laura il said:

    ciao Eleonora,
    sto cercando anche io di vare il visto da sola 🙂
    ho già l’invito dell’albergo di s pietroburgo (4 giorni), poi andrò a mosca (4 giorni).
    devo avere l’invito anche da loro?
    grazie

  3. Giampiero77 il said:

    Ciao Eleonora e ciao Lorenzo, lo scorso anno ho provato a richeidere da solo il visto per la Russia, ma ho avuto qualche problema e più volte mi son dovuto recare a Genova soprattutto perchè la sola conferma di prenotazione di booking non andava bene, poi la polizza medica mi dicevano che non aveva il massimale adatto. Siccome non ero da solo a partire, ma anche con la mia famiglia (ho 2 bambini), ho cercato su google e ho affidato tutta la rogna del visto all’agenzia XXX di Mosca. Prezzo onesto, veloci nel rispondere, hanno ritirato i passaporti, li hanno fatti vistare e me li hanno riconsegnati…a saperlo prima ))) Saluti e tutti e godetevi la Russia.

  4. lorenzo il said:

    grazie mille per le informazioni! domani chiamo il VSH di Milano e fisso l’appuntamento e nel frattempo mi faccio spedire la lettera di invito!!

  5. Lorenzo, ti allego uno screenshot di come potresti segnare le città (se le metti tutte è meglio, ma secondo me non è necessario se ci stai per meno di 72 ore: fallo solo per scrupolo, nel caso) e gli ostelli/alberghi.
    Quelli registrati ti compaiono nel menù a tendina.
    In bocca al lupo!
    Ele

  6. Ciao Lorenzo, ottimo piano e gran bel viaggio! Grazie 🙂
    Non è chiaro questo punto secondo me neanche a loro, ma la lettera d’invito te la deve mandare un solo albergo/una sola organizzazione, non tutte 🙂 Cerca i vari siti che fanno il visa support per 15€ da stampare in pdf e dichiara di soggiornare in almeno un albergo tra quelli “registrati”. Sarebbe meglio segnare almeno 5/6 città (+alberghi) in cui ti fermi lungo il percorso, giusto per dare un’idea del viaggio che farai alle autorità e fargli capire che uscirai da Vladivostok: metti nella lettera d’invito il nome di alberghi/ostelli registrati (poi sta a te decidere se prenotarli davvero o meno… a tuo rischio; che io sappia non chiedono le conferme delle prenotazioni). Per quando dormi in treno non importa, non devi scrivere niente, anche perché ufficialmente ti devi registrare in una città russa solo se ci stai per più di 72 ore.
    Spero di averti aiutato! In ogni caso stai tranquillo, specialmente se presenti il visto al centro visti di Milano dove mi sono sembrati competenti e tranquilli. Ti allego una foto di esempio presa da un sito completamente a caso che fa lettere d’invito.
    In bocca al lupo e alla prossima!
    Eleonora

  7. Lorenzo il said:

    Ciao Eleonora complimenti per questa pagina è la più chiara che ho letto finora sul Visto Russo.
    Volevo chiederti se puoi darmi una risposta su una cosa che non capisco.
    Lla mia idea era arrivare in treno a San Pietroburgo dall’Estonia con il treno, stare lì qualche giorno e poi andare col treno notturno a Mosca. Successivamene partire da Mosca fino a Vladivostok con la Transiberiana, prendere la nave e andare in Corea e poi in Giappone.

    La domanda è questa: se la notte non soggiorno in un hotel/ostello/ecc ma viaggio nei treni notturni come faccio col Visto per quanto riguarda la “lettera di invito”???

    Grazie!! ciao

Lascia un commento

*

Optionally add an image (JPEG only)